Genesi journal di Renato D'Andria

NON SFONDA IN SVEZIA LA DESTRA XENOFOBA E POPULISTA. D'ANDRIA: AL PRIMO MINISTRO STEFAN LOFVEN DICO CHE...

E' un messaggio nel segno delle comuni radici socialdemocratiche quello che stamane il segretario PSDI Renato d'Andria rivolge al premier svedese Stefan Lofven.
«Il risultato delle elezioni politiche in Svezia - riflette d'Andria - conferma che, nonostante i timori della vigilia, la socialdemocrazia, declinata nelle forme più idonee per i popoli, sostanzialmente tiene, anche di fronte all'ondata montante del populismo xenofobo che sta dilagando in Europa».
Il riferimento del segretario PSDI è ovviamente all'avanzata del partito populista e anti-immigrati svedese guidato da Jimmie Akesson.
«Solo con uno sguardo lungo, capace di abbracciare entrambe le sponde del Mediterraneo - ammonisce d'Andria - il tema dell'immigrazione potrà essere affrontato. Fino a quando si continuerà con buonismi, da una parte, e duri respingimenti, dall'altra, a perderci saranno solo i nostri concittadini. Occorrono - conclude il segretario PSDI - politiche di ampio respiro sui livelli transnazionali, che sappiano guardare oltre i timidi accordi con la Libia, per dar vita a quella Comunità Socialdemocratica Euromediterranea, della quale il PSDI si è per primo fatto promotore».

www.facebook.com/renatoDAndriapacepaesimedite...